analytcs

eadv

Liberamente me

Sentirsi davanti a un bivio, è limitante.
Scegliere, è limitante.
Credo sia questo il motivo del fallimento di molti rapporti.
Ci si concentra sui doveri, sulla morale e sui luoghi comuni che legano questa pseudo giustizia.
Non amo scegliere, nè tanto meno essere scelta. Comporterebbe una responsabilità non indifferente, ed io non voglio sulla coscienza la felicità mancata di nessuno.
Mi piace pensare e vedere la vita come un meraviglioso percorso di strade infinite. 
Perchè limitarsi a due? Perchè doverne scegliere uno soltanto?
Non è un ragionamento di comodo o di poco carattere il mio.
Credo serva più forza e più cervello per godersi le pante di un sentiero e cibarsi dei frutti che si trovano sui rami di un albero che sono nell’altro.
Perciò ho deciso di camminare, tanto.
Avanti, indietro.
A piedi scalzi sul prato di un sentiero pieno di fiori, respirando l’aria fresca che mi riempie il cuore di serenità.
Basta con i doveri.
L’unico dovere che voglio è quello di rendermi felice.
Mi rende felice camminare e non scegliere mai. Mi rendere felice essere libera di rispettare me stessa.
Non capisco perchè scegliere se Dio mi da la possibilità di conoscere e sperimentare così tante cose!
La vita è molto più breve di quel che si pensi e ogni attimo sprecato perchè reso infinito dal sentimento negativo, è troppo lungo, troppo profondo.
Voglio essere libera.

Nessun commento:

Posta un commento